Esistono diverse modalità di raccolta delle olive: a mano (brucatura), con agevolatori meccanici (una specie di rastrello automatico), agitatori (macchine che scuotono l'albero facendo cadere le olive).
Fatto salvo la raccolta a mano che indiscutibilmente è il metodo migliore (ed anche ahimè il più costoso...), rimane difficile definire tra gli altri metodi quali siano i reali svantaggi.
Per comprendere le criticità legate alla raccolta vi proponiamo un test: provate a prendere una mela matura e premere con il dito sulla buccia. Dopo già poche ore noterete che il punto in cui avete premuto tenderà a diventare di colore più scuro. Questo è dovuto al fatto che, con la pressione sulla mela, avete innescato ed accelerato una serie di processi chimici degenerativi.
Ecco, per le olive è la stessa cosa. Più il metodo di raccolta "strapazza" le olive e più queste arriveranno al frantoio in condizioni non ottimali. tutto questo, legato anche ai tempi di stoccaggio delle olive, potrà influire sulla qualità dell'olio ottenuto.
In ogni caso non è vero che la sola raccolta a mano produce olio di qualità! Se la raccolta è fatta con la testa oltre che con le mani...è possibile ottenere oli eccezionali anche con altre metodologie più o meno automatizzate.